home page chi siamo spettacoli produzioni links utili contattaci musica foto
 

home page
 

EVENTI


Circolando


Circolando, articolato e suddiviso in attività spettacolari, culturali, sociali ed educative, pensato e proposto per minimo tre edizioni.
Sono presentate di seguito le proposte per il primo anno di manifestazione.
L'idea alla base dello stesso è improntata sulla necessità di fornire ai cittadini la possibilità di vivere la propria città riscoprendone e rivalutandone i luoghi, fornendo ed offrendo, allo stesso tempo, visibilità esterna, incrementando perciò l'attività turistica e di conseguenza economica, incrementando lo scambio culturale tra la popolazione del luogo e quella che sarà ospite nelle strade del paese. Il progetto prediligerà come luoghi le zone periferiche del paese dove resteranno aperti i laboratori, gratuiti, in modo da consentire l'accesso alla fascia di popolazione più svantaggiata. I laboratori non saranno chiusi alla popolazione del paese ma aperti a tutti, in modo che si crei realmente un'officina di scambi culturali ed esperienziali, evitando la ghettizzazione che si crea spesso in ambienti "a rischio" in cui si perpetuano attività offerte solamente alle minoranze che tali rimangono, in quei casi. I vari laboratori saranno tenuti dagli artisti ospiti di Circolando e si svolgeranno per le strade, per le piazze ma anche in luoghi chiusi (da definire). Le attività da svolgere sono state programmate per rendere possibile la rivitalizzazione delle strade, delle piazze, nonché dei luoghi storici e paesaggistici rilevanti del Comune. Fornire l'opportunità di un apertura all'esterno della vita familiare. Favorire la continua scoperta e divulgazione delle ricchezze che appartengono al territorio è necessario per la stessa continuità storica. L'idea è di costruire percorsi, guidati da artisti di strada di diversa origine, che si articoleranno per le strade, e condurranno il pubblico ai palcoscenici allestiti nelle piazze e nei diversi luoghi deputati, dove saranno rappresentati gli spettacoli. Gli spettacoli di alta qualità, fruibili da un pubblico ampio per fascia d'età, sono a cura di artisti che provengono da diverse parti d'Italia e che hanno partecipato ai più importanti festival di teatro nazionali ed internazionali. Oltre agli spettacoli, nei pomeriggi, animeranno le strade i giocolieri pronti a mostrare l'arte della giocoleria e a far apprendere i primi lanci a chiunque ne abbia il desiderio. Intorno al fulcro centrale costituito dagli spettacoli saranno organizzate una serie di attività collaterali.

Le attività sono:
Apertura di diversi laboratori in luoghi ritenuti "a rischio" in cui gli abitanti potranno scegliere se aderire ad una di queste attività. (I laboratori saranno tenuti da artisti che si esibiranno durante la manifestazione).

-Laboratorio di costruzione e utilizzo di percussioni
(E' stato sperimentato come laboratorio in situazioni "difficili" ottenendo dei notevoli risultati aggregativi. Grazie all'impegno che bisogna adoperare per la costruzione di questi oggetti, la realizzazione infonde un'estrema fiducia in chi ha forgiato lo strumento; la fase corale del suonare insieme resuscita nei partecipanti l'istinto primordiale della comunità).

-Laboratorio di teatro
(Da anni il teatro è riconosciuto come strumento catartico in ambienti sociali "disagiati" dando luogo, ogni volta, ad effetti di straordinaria efficacia).

-Laboratorio di danza-teatro
(La danza è forse la prima espressione dell'uomo, se unita al teatro che la riveste di un senso, è un'attività completa a livello espressivo per chiunque: bambini/e, ragazzi/e, adolescenti, adulti/e).

-Laboratorio di giocoleria
(Ancora un altro percorso che spesso ci troviamo a proporre in zone in cui la popolazione è diffidente rispetto agli operatori. L'elemento ludico nell'equilibrio dinamico risveglia attenzione e sviluppa abilità).

-Laboratorio di trampoli
(Anche questa disciplina è stata proposta altre volte in aree disagiate).
I trampoli come sfida a sé stessi, come superamento di un limite, di barriere, come crescita interiore attraverso un'azione fisica straordinaria)

- Sarà girato per le strade del Comune interessato, che si trasformerà in un grande palcoscenico, un documentario su tutte le attività svolte durante le manifestazione.
Saranno chiamati in causa anche gli artigiani, a cui verranno offerti spazi espositivi, fornendo occasione di mostrare il loro operato, e possibilità per il pubblico di conoscere il prezioso bagaglio storico/culturale di tale attività.
Si lavorerà per avere sostegno anche da Sponsor privati
Gli sponsor saranno coinvolti nella manifestazione, verranno offerti spazi pubblicitari in cambio di prodotti tipici per la degustazione.
A fine serata saranno proposti spettacoli di strada di artisti internazionali.

-Si prevede che la manifestazione ospiti inoltre una rassegna di cortometraggi
Il tema del, festival nel festival sarà "Arti, Culture, Confini"con particolare attenzione ai confini tra diversi linguaggi, al confine tra dipendenza e autonomia e ai confini territoriali. Saranno presenti alcuni dei registi dei cortometraggi proiettati, a cui sarà chiesta collaborazione per girare il documentario suddetto.


Circolando Prima fase Il lavoro preliminare alla manifestazione consiste: -Ufficio stampa: Il lavoro dovrà estendersi a livello internazionale in modo da dare risalto alla manifestazione e da far riconoscere l'evento come festival di teatro di strada europeo (in modo da poter accedere anche ai finanziamenti della comunità europea, vedi cultura 2000) -Informazione e sensibilizzazione della popolazione. -Selezione di personale residente nel Comune interessato e in comuni limitrofi che possa essere coinvolto nei lavori. -Ricerca di una sede da adibire a ufficio e punto di riferimento di tutto il festival (spazi comunali, scuole, teatri, oratori, centri di aggregazione, spazi privati) -Organizzazione del festival -Sensibilizzazione degli abitanti, degli artigiani, degli artisti residenti nel Comune che saranno tutti chiamati a collaborare, sensibilizzazione di privati che vogliano mettere a disposizione per tutta la durata del festival abitazioni che ospitino gli artisti. -Volantinaggio e affissione manifesti pubblicitari per le iscrizioni ai laboratori -Formazione dei gruppi di lavoro e selezione dei docenti per i laboratori. Dopo questa fase preliminare che potrebbe durare da uno a due mesi, il festival ha i presupposti per iniziare. I periodi di riferimento potrebbero essere aprile-maggio per la fase organizzativa e giugno-luglio per la realizzazione. I Giornata Ore 17,00 apertura laboratori Ore 19.30 Per le strade Giocolieri, acrobati, cantastorie per le strade che accompagnano il pubblico nella piazza dove si svolgerà l'evento. Ore 21.00 Evento in piazza Spettacolo di funambulismo Ore 22.30 Visione dei cortometraggi (ogni sera in un luogo differente) Offerta, al pubblico presente, di vino e cibo degli sponsor da coinvolgere. II Giornata Ore 17,00 laboratori Ore 19.30 Giocolieri, acrobati, cantastorie per le strade accompagnano il pubblico nella piazza dove si svolgerà l'evento. Ore 21.00 Evento in piazza Spettacolo di teatro danza Ore 22.30 Presentazione dei cortometraggi Offerta, al pubblico presente, di vino e cibo degli sponsor. Durante la settimana i laboratori rimarranno aperti. III Giornata (la settimana dopo) Ore 19.30 Giocolieri, acrobati, cantastorie per le strade accompagnano il pubblico nella piazza dove si svolgerà l'evento. Apertura del laboratorio "impariamo a giocolare" Il pubblico sarà invitato a cimentarsi nella giocoleria. Ore 21.00 Evento in piazza Spettacolo circense Ore 22.30 Proiezione dei cortometraggi IV giornata (la settimana dopo) Evento finale per le strade del Comune interessato con l'unione di tutti i partecipanti ai laboratori che si esibiranno in un unico evento.

 
   
   
 
 
pagina precedente vai su