home page chi siamo spettacoli produzioni links utili contattaci musica foto
 

home page
 


SPETTACOLO TEATRALE

...filando...

di e con Grazia Dentoni

Quel che ci tranquillizza...è infilare un filo,
quel famoso filo del racconto di cui è fatto
anche il filo della vita (Robert Musil)


aiuto regia: Valeria Meloni, musiche: Cristian Perisi,
tecnica mista su tela: Tiziana Martucci,
reperimento bibliografia e metafore: Cristina Marras.
veste "echi della tragedia": Marcella Cappai.

E' uno spettacolo popolare, per tutti, per il pubblico
che si incontra in piazza, composto di adulti e bambini.
La drammaturgia usa come metafora il filo che si
avvolge a spirale creando un labirinto:
è il simbolo della confusione dell'animo umano.
La matassa si srotola raccontando simbolicamente
gli avvenimenti di tre donne appartenenti al mito.
In una tessitura a maglie larghe camminano Ippolita,
Aracne e Arianna, che tracciano la via d'uscita dal
labirinto dei sette peccati capitali (invidia, accidia,
ira, lussuria, gola, avarizia, superbia).
Ippolita, regina delle guerriere,apre il vaso di Pandora
e sparge i sette peccati capitali, si protegge , dalle
malattie del nostro secolo con un casco fatto di occhiali,
(di questi tempi, anche guardare è contagioso), mali che
ci allontanano dal nostro corpo e che ci portano
a prendere le distanze da quello degli altri.
Entra Aracne principessa lidica, superba tessitrice,
che nel mito, dopo aver osato sfidare la dea Atena
nell'arte del ricamo, viene trasformata in un ragno.
Con i peccati ordisce la trama del labirinto e per
liberarsi dall'invidia di Atena, chiede aiuto al pubblico
con cui tesserà una grande ragnatela, filo unico che
riscatterà Aracne dall'incantesimo della dea e
indicherà l'uscita dal labirinto.
Arianna ,principessa mitologica, che dona a Teseo il filo
per non perdersi nel labirinto, diventa un clown rosa che
concluderà l'azione scenica liberando gli spettatori dalla
ragnatela intessuta da Aracne, e camminando sul filo,
mostrerà l'uscita dal labirinto.
Il pubblico sarà invitato a mangiare un pinolo,
simbolo della conoscenza e della saggezza.



Vedi le FOTO


RASSEGNA STAMPA: Il crogiuolo
VISTI PER VOI

Nella stagione del Crogiuolo

CON 'FILANDO' ARRIVA IL TEATRO PSICOMAGICO
Narrazione e dirompenti
performances clownesche
al Sant'Eulalia con lo
spettacolo scritto e
interpretato da Grazia
Dentoni e diretto da
Valeria Meloni. Un
interessante progetto
della compagnia, Ananché
che si rifà anche alle tesi
di psicobiologia del
francese Jean-Claude
Badard




Una scena di Filando
(foto Michela Atzeni) 6/2/2006
Il 28 e 29 gennaio presso il Teatro Sant'Eulalia il Crogiuolo ha
ospitato lo spettacolo Filando, scritto e interpretato da Grazia
Dentoni con l'aiuto regia di Valeria Meloni.L'associazione
Ananché (Grazia Dentoni, direttrice aristica; Cristian Pirisi, che
si è occupato delle musiche dello spettacolo; Valeria Meloni, che
si occupa di grafica), è nata nel 2003 e si occupa di progetti in cui
varie tecniche artistiche si fondono per dare corpo a produzioni
video, musicali, grafiche e teatrali.

'Filando' è infatti uno spettacolo in cui si passa dalla narrazione a
dirompenti performances clownesche e numeri circensi che
coinvolgono direttamente il pubblico, in perfetta coerenza con lo
spirito di ricerca che caratterizza l'associazione. Questo linguaggio
lo rende accessibile a un pubblico vasto: tutti possono apprezzare
le metafore su cui poggia la drammaturgia del mito raccontato,
attraverso le tele dipinte che rappresentano il labirinto dei sette
peccati capitali fuoriusciti dal vaso di Pandora per mano della
regina delle guerriere Ippolita, labirinto che Aracne ha ordito dopo
aver superbamente osato sfidare la dea Atena nell'arte della
tessitura; le tre donne, Ippolita, Arianna e Aracne, che come ricorda
il mito viene trasformata in ragno dalla potente dea, sono prigioniere
del labirinto, destinate a subire per sempre l'ira di Atena ma possono
riscattarsi sbloccando le trame che tessono la storiadella loro sventura.

Questo aiuto arriva dal pubblico, che l'attrice, nei panni questa volta
di un chiassoso ed energico clown rosa (Aracne), invita a ordire
un'unica grande ragnatela con un filo di lana che, interrompendo
l'incantesimo di Atena, permetterà alle tre donne di abbandonare il
labirinto, la cui uscita è indicata metaforicamente da Aracne (Dentoni)
sospesa su una corda.

La scelta di far partecipare il pubblico è una trovata scenica che può
avere grande riscontro anche fuori dai teatri, come nelle piazze dei
paesi dove lo spettacolo ha gia avuto modo di mostrarsi, ma ha un
significato profondo, è un atto psicomagico: tutto lo spettacolo, che
è solo la prima tappa della Santa drammaturgia su cui l'associazione
sta lavorando, è alimentato da una profonda ricerca sulla
Psicolobiologia, di cui il Dott. Jean-Claude Badard è promotore.
Con lui l'associazione cerca di approfondire una bella collaborazione
da cui nasceranno successivi lavori. Badard è un noto educatore
specialista della psicosomatica delle malattie di gruppo e nelle
disfunzioni dei comportamenti biologici: le sue terapie si basano sul
concetto di fondo che il comportamento tipico (malattia) è provocato
da uno shock dato da un conflitto critico; la terapia consiste nel
superamento di questo conflitto attraverso un atto psicomagico,
che nel nostro spettacolo è stato realizzato simbolicamente dal
pubblico, strumento di liberazione per le tre mitiche donne, ma anche
per noi, dal peso millenario dei sette peccati capitali: gli antichi greci
pensavano che l'atto teatrale avesse un' azione catartica di
purificazione dai vizi, rigenerando così il corpo e la mente dei
presenti. Si potrebbero rinchiudere a teatro tutte le menti più
peccaminose della Terra... e aspettare che l'atto psicomagico faccia il
suo lavoro.Sarebbe un'operazione sociale d'interesse internazionale! L'associazione Ananché è in continuo lavoro: è in fase di ultimazione
un cortometraggio dal titolo Frammenti di libertà, scritto e diretto da
grazia Dentoni, con grazia Dentoni e Nicole Vacca, che potremmo
vedere in anteprima alla Festa di Liberazione a Cagliari.
-- Carla Pau --



RASSEGNA STAMPA:
Unione Sarda

clicca sull'immagine per vedere la Rassegna Stampa sull' Unione Sarda
dello spettacolo "Filando" prodotto da Ananché


LOCANDINE FILANDO

clicca sull'immagine per vedere l'ingrandimento delle locandine dello spettacolo "Filando" (formato originale A4 e A3)

 
   
   
 
 
pagina precedente vai su